Italiano | Deutsch | English | Français

Cari genitori,
con la morte di vostro/a figlio/a la vita vi ha inflitto uno dei dolori più grandi che l’umanità conosca. Davanti all’accaduto non ci sono più parole, né certezze, né legami o sensazioni che vi possano dare sollievo o rassicurazione. Regna il vuoto, la disperazione, il silenzio e sembra che siate morti anche voi insieme a questa persona tanto amata. L’unica cosa che si sente è l’immenso dolore che inonda il corpo e l’anima, il cuore si spezza e resta solo la sensazione della totale impotenza. Il pensiero del domani, spaventa di più che essere una speranza, il tempo che dovrebbe curare ogni male, vi è più nemico che alleato in questo periodo. La parola “Perché” tortura la vostra mente d’ora in poi e si cerca disperatamente qualcuno o qualcosa che possa spiegare l’inspiegabile.

In questo dolore vi sentite soli, isolati e sembra che nessuno possa comprendervi ...a meno che non abbia perso un/a figlio/a come voi. Qualcuno a cui non dovete spiegare il vostro male, perché lo conosce. Qualcuno che vi è vicino nel silenzio, che condivide le vostre sensazioni anche se non può cancellare il vostro dolore.

Sapere che tante famiglie hanno dovuto fare il vostro cammino prima di voi, non vi sarà di consolazione, ma può darvi una piccolissima speranza che nel futuro ci sia qualcosa. Qualcosa che potrebbe essere il pensiero dell’ora successiva, un altro giorno, un sottile raggio di luce.
Qualcosa come un compagno in questo periodo triste e doloroso. Non saranno certo le parole che vi condurranno fuori da questo mare di dolore, ma gesti concreti, aiuti pratici e sostegno nelle piccole cose quotidiane. Cose che al momento vi sembrano insuperabili. Ogni tanto basta sapere che quel che si prova è normale, che è stato vissuto anche da altri. La conferma che essere avvolti nel dolore è giusto. Che per guarire da questa ferita occorre tempo: tempo per trovare la propria strada, tempo per ricostruirsi dentro e fuori, tempo per riprendere il controllo della propria vita. Prendere tempo è un diritto di ognuno. Essere rispettati nel proprio lutto è dovere di chi vi circonda!

Per assicurare questo sostegno a tutte le famiglie colpite da un lutto per la perdita di un figlio, si è costituita la fondazione SCISMA.

Il nostro volontariato si impegna in:

  • incontri personali al vostro domicilio
  • aiuto pratico e organizzativo come funerale, pratiche ufficiali aiuto domestico, accudire bambini, ecc
  • accompagnamento a incontri con enti ufficiali, medici, patologia, polizia
  • reperibilità 24 su 24 ore
  • sostegno nel lutto
  • contatti per sostegni legali
  • contatti con medici, psicologi sensibili alle questioni legate al lutto
  • incontri mensili con altre famiglie in lutto
  • rispondere ai vostri bisogni personali
  • essere a vostra disposizione in qualsiasi momento voi lo desideriate